Controcorrente

matrimonio blog Nel 2013 sono stati celebrati in Italia 194.057 matrimoni, 13.081 in meno rispetto al 2012. Ce lo dice l’Istat, indagine pubblicata ieri. Eppure c’è ancora chi, in controtendenza, al  matrimonio ci crede ancora.  

La parola che ho detto più spesso nelle ultime settimane è sicuramente “grazie”. Ai miei famigliari, agli amici, alle persone che ho incontrato, al poliziottone della metro di Washington, e al ranger di quella di Boston. Ad una signora qui sotto, poco fa.

Anche questo è un post per dire grazie, e arriva ad oltre un mese di distanza dall’ultimo. Un periodo di silenzio, in cui non ho scritto volutamente nulla di tutto quello che stava accadendo nella mia vita. Un periodo di silenzio, per finire di organizzare, e poi vivere pienamente la felicità di un matrimonio. Il mio. Continua a leggere

Annunci

Cento!

100 ruota

Pensavo fosse molto più facile. Quando mi sono accorta che il blog stava per raggiungere un traguardo importante, ho subito pensato che ci sarebbe voluto poco per scrivere qualche riga di ringraziamento e pubblicarla. E invece mi sbagliavo di grosso.

Quello che sto scrivendo ora, in un freddo e piovoso pomeriggio di novembre, con il sottofondo musicale di Gershwin, è il centesimo post del blog.

Continua a leggere

Essere e scegliere

forrest-gump-original

Mi sono crogiolata nei festeggiamenti e nei pensieri negli ultimi giorni. E la mente ha lavorato su parole e frasi ascoltare e ricordate, o semplicemente lasciate lì da chissà quanto tempo.

“La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai quello che ti capita”, è l’insegnamento detto dalla mamma a Forrest Gump fino alla fine.

Continua a leggere

Trenta…e poi?

“Mi piacerebbe che questo blog fosse proprio il racconto di tante piccole tappe fatte di immagini, suoni,  incontri, e riflessioni che costruiscono il percorso di avvicinamento verso “il completo”. Vediamo come va, alla peggio appena compio 30 anni lo chiudo…o gli cambio nome.”

Scrivevo così,un anno fa, nel primissimo post di presentazione. Bene: oggi compio 30 anni, e raggiungo, quindi, almeno anagraficamente, quella cifra tonda di cui parlo da mesi. E la domanda sorge dunque spontanea: ha senso continuare? “che faccio, signò, lascio?” come direbbe un salumiere che ha abbondato con la misura.

Continua a leggere

Un anno di blog

Non so come si scrive un post celebrativo, non l’ho mai fatto, e fino a poco tempo fa non pensavo di doverlo fare. Però il momento è giunto e non si può non festeggiare.

Caro il mio blog, oggi compi un anno, e chi scrive è stupita, sorpresa e un po’ commossa per questo traguardo così importante. Se me lo avessero detto, non so se ci avrei creduto.

Continua a leggere

Duc in altum

Caro il mio blog,

hai notato qualcosa di strano nelle ultime ore? Non ti sei accorto che tante persone hanno bussato alla nostra porta e ci sono venuti a trovare? Non guardarmi così: lo so che ti eri abituato a sonnecchiare tranquillo e sereno e che in un certo senso ti avevo fatto credere che sarebbe rimasta una cosa fra me e te. E invece no. Non ho tessuto le tue lodi a voce alta a destra e sinistra, dicendo che hai proprio un bel layout, che sei simpatico, o ancora che l’autore tuo socio in affari ti riempie proprio di belle parole. Stavo pensando di farlo ma Lui (sì, proprio Lui,  quello lì che ti ho descritto parlando del Migliore Amico) mi ha preceduto, e gli è bastato un sussurro per realizzare quello che io, con una trombetta da stadio, non sarei stata in grado di fare.

Continua a leggere